Guida di Torino: tutte le dritte per godersi un week-end in città 11
Guida di Torino: tutte le dritte per godersi un week-end in città
giugno 5, 2018
1
Abbigliamento bimbi online: freschi e stilosi con le nuove proposte TucTuc!
giugno 11, 2018
Show all

Alla felpa con il cappuccio non si rinuncia

Alla felpa con il cappuccio non si rinuncia 1

Alla felpa con il cappuccio non si rinuncia

Tutti ne abbiamo almeno una nell’armadio, è inutile negarlo. Anche i più eleganti ed impeccabili sanno che prima o poi arriverà un momento in cui sarà necessario tirare fuori una felpa.

Non c’è niente da fare, la felpa è il capo di abbigliamento caldo, comodo e versatile per eccellenza. Se da un lato rappresenta il capo perfetto per sdraiarsi sul divano a guardare la nostra serie tv preferita, o per andare al parco a fare una corsetta, dall’altro lato oggi la felpa compare sulle più prestigiose riviste di moda del mondo e viene indossata dai VIP persino nelle occasioni più mondane.

Blogger e influencer ne danno continuamente sfoggio.

Alla felpa con il cappuccio non si rinuncia

Photo by Unknown (Author), Public Domain (Licence)

La felpa nasce negli anni Venti in Alabama, quando Bennie Russell Jr in Alabama decide di realizzare nella fabbrica del padre delle nuove maglie, maglie che si adattino in modo più funzionale all’attività di uno sportivo, che siano quindi comode e in grado di assorbire il sudore.

Russell decide allora di usare un particolare cotone morbido, che all’epoca era impiegato per la produzione di intimo femminile. L’intuizione è geniale, la felpa si rivela un ottimo capo per giocare a baseball e non solo.

Diviene presto un capo d’abbigliamento da lavoro, negli anni ’60 inizia a diffondersi moltissimo tra i giovani, fino ad arrivare a diventare dagli anni ’70 in poi un vero e proprio simbolo di controcultura.

Il mondo del rap e dell’hip-hop ne faranno una vera e propria divisa, come avverrà anche per gli skater e i writer. Il suo cappuccio nasconde anche un po’ il viso e le sue espressioni tanto da diventare un classico persino nelle sale da poker.

La felpa diventa il capo più iconico della vita metropolitana. Oggi la vediamo indossata da star come Rihanna, da it girls come Gigi, Bella Hadid e Kendall Jenner o Kaia Gerber, che si è recentemente presentata davanti ai giornalisti con una felpa che ritraeva la madre (cosa non poi così sorprendete, considerato che questa è Cindy Crawford).

Bisogna comunque scegliere la felpa giusta. Chi vuole optare per le felpe oversize ad esempio deve badare al fatto che sia lunghe oltre il bacino, per evitare che ingrossino la figura. Sempre per questo motivo è anche bene evitare di indossare pantaloni larghi sopra una felpa.

Meglio preferirvi skinny jeans o leggings, in modo da bilanciare il tutto. Se la felpa è particolarmente lunga potreste addirittura indossarla come un vestito, indossando un paio di calze (accertatevi però che sia abbastanza lunga in modo effettivo, altrimenti la caduta di stile è dietro l’angolo!). Se invece la volete indossare con una gonna, badate bene che la gonna sia più lunga della felpa.

D’altronde, “Sweatshirts are f***ing important” dice Kanye West, che oltre ad essere rapper, produttore discografico, grande imprenditore e per un fraintendimento persino filosofo, è anche stilista e marito di una delle più grandi trend-setter dei nostri tempi, vale a dire dell’arcinota Kim Kardashian.

Persino la signora Kardashian West, con la sua ossessione per abiti attillatissimi e mozzafiato, non manca di uscire e farsi paparazzare con una felpa indosso, prediligendo in particolare felpe con il cappuccio grigie o nere.

Non c’è nulla da fare, alla felpa con il cappuccio non si rinuncia.

Alla felpa con il cappuccio non si rinuncia 1

Photo by Unknown (Author), Public Domain (Licence)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *