1
Personal Styling: come abbinare tra loro stampe diverse
maggio 24, 2017
Ristoranti in PUglia
Vacanze in Puglia: cenare al ristorante vegetariano “Mezza pagnotta, la Puglia nel panino”
maggio 26, 2017

Harry Styles e il nuovo singolo “Sign of the Times”: evoluzione di uno stile

Harry Styles è un ex membro dei One Direction, fenomeno pop arrivato al grande pubblico da una delle porte principali, quelle dei talent.

Come solista, Harry è stato buttato fuori da X Factor UK del 2010. Come membro dei One Direction, formatisi giusto in quel mentre…beh è fenomeno allo stato puro: 4 album, uno per anno, fino al 2015; due tour mondiali; un film sulla band One Direction: This Is Us.

A questo punto, corre l’anno 2016, Harry firma un contratto con la Columbia Records per 3 album da solista. A maggio 2017 esce il primo album Sign of the Times. Il singolo omonimo è stato numero uno in classifica in qualcosa come 50 Paesi del Mondo. In sostanza, un botto incredibile!

Il ragazzo ha talento, non c’è che dire. Aggiungi che la produzione alle spalle di questo primo album è “tanta roba”: gente capace di creare hit dal nulla, tipo un certo Bashker che ha vinto Grammy con Jay-Z e Kanie West. In definitiva, un successo quasi annunciato.

Harry Styles e il nuovo singolo “Sign of the Times”: evoluzione di uno stile

E poi è belloccio, che ci sta sempre bene! Fosse stato un Ed Sheeran avrebbe dovuto anche dimostrare capacità eccezionali fin da subito.

Continuando sul percorso di caratteristiche essenziali: Styles è stato insieme a Taylor Swift (caratteristica per l’appunto essenziale), ha un crescente quantitativo di tattoo ed il capello fluente ed irrequieto. Perfetto per diventare idolo delle ragazzine di mezzo mondo. Perfetto anche per diventare una macchina da soldi.

Come spuntato fuori dai primi anni 90, quando il rock era sporco e rude ma stiloso, il bel Harry Styles –  un nome cazzutissimo ed in tema – esplicita l’osservanza ad un approccio stiloso, degno di una rock star più che di un ex membro di una boy band.

In effetti, questo è il punto, sganciarsi da una boy band non è facilissimo per i suoi membri. Avere un’identità al di fuori del gruppo, oltre che richiamare alla mente turbative tipiche giovanili, di fatto implica una crescita, sia personale che artistica, e tanto lavoro. Pensiamo ad esempi illustri, su tutti Robbie Williams e Justin Timberlake,

Ma cosa, in Harry Styles, sta concretamente dimostrando il cambiamento musical/stilistico?

Il simbolo è – può far ridere ma… – il taglio di capelli. Il suo Hair Style, sembra un gioco di parole.

A partire dai tempi di X Factor, il poco più che 19nne Harry, era un prototipo di “tipo da boy band”. Difficile non notarlo nei panni di un discografico: viso fresco e l’irriverenza dei suoi anni.

I 4 anni successivi di One Direction sono stati connotati da una costante tendenza alla ricerca di uno stile più personale e ribelle, mitigata da necessità di immagine legata per l’appunto alla boy band.

Nel 2016, la sua trasformazione è completa:

capello lungo, decisamente lungo, jeans attillati, tatuaggi, e abiti floreali Gucci per serate mondane ed uscite pubbliche.

Nella seconda metà del 2016, complice un ruolo nel film di Christopher Nolan, Dunkirk, in uscita nelle sale dall’estate del 2017, Harry si taglia i capelli. Hashtag #santiddio!

La notizia smuove tutte le agenzie. Trend topic su twitter. Ho sentito di ragazze che hanno pianto per la perdita. Rapide emulazioni: capelli corti per tutti. Subito. Boom di appuntamenti dai parrucchieri.

Facile ipotizzare che come Sansone, tagliati i capelli, persi i poteri. Ed invece, già 23enne – non te ne rendi conto ma ‘sti ragazzi di oggi crescono velocemente – Harry Styles esce con il suo album da solista Sign Of The Times e continua ad evolvere, dimostrando in aggiunta al resto un buon grado di maturità.

L’album, come il suo nuovo look, suona più caldo e maturo.

Abiti più sobri, carattere rock persistente, sound melodico ma di gusto e stile. Solo un primo passo, ma di certo in una direzione artistica condivisa e condivisibile da parte mia.

Harry Styles, lo abbiamo detto, è uno stiloso. Se ti chiami così, sei un predestinato!

Ascolta l’album:

12 Comments

  1. Flavia ha detto:

    Mia cugina ha la stanza tappezzata da harry… È devo dire che qualche canzone dei 1D non mi dispiace… ascolterò il suo nuovo album chissà se non mi prenda 🙂

  2. Silvia ha detto:

    me lo ricordo, è cresciuto tanto! ed è positivo che anche la sua musica si sia evoluta, devo ascoltare gli ultimi brani!

  3. Mi piacciono sempre molto questi post dedicati all’evoluzione del look dei VIP!
    Certo che Harry è cresciuto davvero tanto, non c’è che dire! Recentemente l’ho visto indossare un completo total pink in occasione di un live a NYC… Devo dire che preferisco il floreale! 😀

    Federica | http://www.aboutbeauty.it

  4. Rosaria ha detto:

    Sono curiosa di ascoltare questo nuovo brano mi piace molto harry

  5. Vale G. ha detto:

    Ho visto proprio l’altro giorno il video in tv e mi è piaciuta moltissimo la nuova canzone

  6. Rosanna ha detto:

    Sono molto curiosa di ascoltare i suoi ultimi brani

  7. Cristiane ha detto:

    Mi sa che sono l’unico che non lo conoscevo.

  8. Angela ha detto:

    Non mi piace particolarmente..

  9. Maria ha detto:

    Ammetto di conoscerlo e seguirlo poco, comunque la canzone non mi sembra male

  10. Elisabetta B ha detto:

    grandioso! lo ascolterò

    http://www.elisabettabertolini.com

  11. Kiki Tales ha detto:

    Mi sono innamorata dell’ultimo singolo, anche se era già una canzone molto bella nelle altre versioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *