1
Matita e mascara waterproof: do e don’t del make up in palestra
maggio 10, 2018
Cura capelli uomo: da Tonsor Club le tendenze per il gentleman moderno
Cura capelli uomo: da Tonsor Club le tendenze per il gentleman moderno
maggio 15, 2018

Vacanze con bambini: tips e suggerimenti per viaggiare in aereo “Il mondo è un libro. Chi non viaggia ne legge una pagina soltanto”: io adoro questa frase di Sant’Agostino. Viaggiare arricchisce, cura l’anima e apre la mente.

Ed è uno strumento piacevole e indiretto che ha un forte impatto educativo sui nostri figli.

Non è necessario volare dall’altra parte del mondo tre volte all’anno, a volte basta un breve weekend in una capitale europea, una gita in montagna… l’importante è far si che la trasferta, breve o lunga che sia, diventi parte della nostra routine famigliare.

Ogni tipo di viaggio merita una specifica “attrezzatura” e mi piacerebbe molto poterne parlare con voi nel corso dei prossimi mesi, dandovi degli spunti utili ogni volta diversi a seconda del tipo di viaggio.

Do quindi ufficialmente il via a questa “rubrica” con l’articolo di oggi, dedicato al VIAGGIO IN AEREO.

Vacanze con bambini: tips e suggerimenti per viaggiare in aereo

Età e biglietti

Dipende molto dalle compagnie, di norma fino ai due anni in braccio ai genitori, non pagano nulla.

Prendiamo ad esempio il regolamento di una low cost come EasyJet (la prima che mi viene in mente pensando a un weekend in una capitale Europea): accetta bambini che abbiano almeno 15 giorni di vita, sotto i due anni pagano solo 26 euro viaggiando in braccio al genitore, mentre sopra i due anni occupano un posto e viaggiano a tariffa intera.

Le compagnie di bandiera, tipo la Emirates invece, prevedono biglietti a tariffa scontata per i bambini tra i 2 e gli 11 anni, con posto assegnato. Sempre “gratis” fino ai due anni.

Biberon e Latte

Questa è l’informazione più difficile da reperire online, anche sui siti delle compagnie aeree non è sempre esplicitato chiaramente.

Innanzitutto perché fanno tutte riferimento al limite dei contenitori di 100ml come per i prodotti da bagno, ma sappiamo bene che i biberon comuni hanno capacità tra i 120ml e i 300ml.

Però dicono che si può portare il latte liquido formulato nel bagaglio a mano purché nella propria confezione originale, anche se supera i millilitri consentiti. Nessun limite invece per il latte in polvere.

Diciamo che alla fine vince il buon senso: per scrupolo contattate l’aeroporto di partenza, ma se portate il biberon vuoto e il latte confezionato, che sia in polvere o liquido, non vi dovrebbero dire nulla.

Vacanze con bambini: gli indispensabili per un viaggio in aereo sereno e divertente

#maipiusenza

Trunki è il must have più divertente per un viaggio in aereo con i bambini. Se non sapete cosa sia, sono sicura che appena vi spiego di cosa si tratta penserete di averlo visto almeno una decina di volte sfrecciare per i terminal.

Trunki è un trolley a forma di animaletto, paragonabile a un cavallino a dondolo, ma che non dondola… bensì ruota. È infatti dotato di rotelle e di un “guinzaglio” che consente al genitore di trainare il Trunki e il suo piccolo cavaliere.

In realtà Trunki è molto di più: è un comodo e capiente bagaglio a mano acconsentito a bordo da tutte le compagnie aeree. Il mio preferito? Il Trunki Unicorno, of course!

Un altro #maipiusenza è sicuramente la Very Busy Bag.  Si tratta di una sacca in canvas di cotone da portare sulle spalle che contiene un mondo di soprese per i bambini. Sono suddivise per fasce di età e al loro interno hanno riviste, giochi, carte, colori… tutto il necessario per intrattenere i bambini a bordo di un aereo, ma anche di treno, traghetto e camper.

L’ideale è acquistarla e darla al bambino proprio una volta a bordo, in modo che sia tutta una piacevole scoperta che lo tenga occupato per più tempo possibile (lo so, sono una mamma molto pratica e poco romantica).

Abbigliamento

Ricordatevi sempre che la temperatura in aereo può essere glaciale. Nei voli lunghi vi forniscono coperte e tutto il necessario, ma io preferisco sempre avere con me delle pashmine o copertine di cotone.

Mi trovo anche molto bene con gli scaldacollo di cotone che si chiudono con bottoni automatici e che ho comprato su Amazon: li uso in inverno al posto della sciarpa di lana e in estate quando c’è vento o aria condizionata… e toccando ferro, abbiamo sempre scongiurato il mal di gola in viaggio.

Vacanze con bambini: dritte e suggerimenti sui viaggi in aereo Vacanze con bambini: dritte e suggerimenti sui viaggi in aereo 5 Vacanze con bambini: dritte e suggerimenti sui viaggi in aereo 3Vacanze con bambini: dritte e suggerimenti sui viaggi in aereo 6 Vacanze con bambini: dritte e suggerimenti sui viaggi in aereo 4Vacanze con bambini: dritte e suggerimenti sui viaggi in aereo 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *